Uscito con l'arrivo del nuovo millennio, il videogioco Deus Ex ha riscosso talmente successo a livello di critica e di pubblico, che nel tempo è divenuto una vera e propria saga, con l'uscita di altri episodi, per un totale complessivo di ben 4 al momento. Il suo creatore è Warren Spector, che ha dato il via ad una fusione di generi diversi, come ad esempio gli RPG (quindi videogiochi di ruolo) con i cosiddetti Sparatutto in prima persona. Unendo alcuni elementi di tali generi, è riuscito a creare giochi elettronici in stile Cyberpunk

E proprio la saga di Deux Ex è divenuta uno degli esempi più noti di questo genere di videogames. In effetti, il suo primo episodio ha ottenuto come detto un'accoglienza straordinaria, tanto che varie riviste o siti specializzati lo hanno eletto tra i più bei giochi di tutti i tempi. Dopo aver accennato ai suoi protagonisti, andiamo a conoscere meglio la storia di questa magnifica saga, suddivisa per ciascun capitolo realizzato. 

Al centro delle vicende, dei primi due capitoli, vi sono due fratelli, J.C. e Paul Denton, entrambi agenti speciali di una squadra internazionale che lotta contro il terrorismo, denominata Unatco (United Nations Anti-Terrorist Coalition). Ambedue coniugano un considerevole addestramento militare a particolari capacità di superuomini, grazie all'inserimento di sofisticate sonde all'interno del loro corpo, che ne hanno ampliato alcune caratteristiche. 

Per ciò che concerne gli aspetti connessi alle modalità di gioco, questo videogame prende spunto, tra gli altri, dagli iniziali due episodi della serie di System Shock e dal primo di quella di Thief e cioè Dark Project: L'ombra del ladro. Di conseguenza, Deus Ex evidenzia caratteristiche tipiche dei cosiddetti Sparatutto in prima persona e degli RPG (come abbiamo già accennato) ed anche dei giochi d'azione stealth. Infatti, il singolo giocatore potrà adeguare l'avatar, in questo caso il personaggio di J.C., al proprio modo di giocare e di affrontare i vari quadri ed avversari.

In particolare, ad esempio, ci si potrà infiltrare in modalità silenziosa nei molteplici vasti livelli di gioco senza dover uccidere necessariamente nemici oppure, al contrario, decidere di effettuare delle stragi o, ancora, di manomettere man mano i vari sistemi di sicurezza, in modo che le torrette di sorveglianza attacchino i nemici invece che lo stesso J.C. Di conseguenza, questo videogame permette un'assoluta libertà di gioco, per alcuni addirittura forse troppo estremizzata. Stesso discorso si può fare anche con l'interazione del protagonista all'interno dell'universo di gioco e i diversi elementi presenti.

Infine, prima di scoprire la trama di questi magnifici videogames e l'intreccio delle storie dei suoi protagonisti più affascinanti, un'ultima curiosità che riguarda il World Trade Center e le sue torri gemelle. Nel gioco non fu possibile, per alcune ragioni tecniche, inserire queste ultime e nella trama dello stesso ciò è spiegato col fatto che questi edifici erano state abbattuti da un attacco terroristico. Purtroppo, in questo caso, la fantasia anticipò la drammatica realtà, infatti un anno dopo si verificarono i tragici eventi dell'11 Settembre.

Gli inizi della saga 

Nell'anno 2052, una misteriosa epidemia denominata Morte Grigia uccide milioni di persone. L'Unatco scopre che questa è stata creata e diffusa da un gruppo di terroristi dal nome di NSF. Esiste un vaccino, chiamato Ambrosia, in quantità minime, che dovrà essere recuperato e questo è l'obiettivo di varie missioni di JC e Paul Denton. Tuttavia, improvvisamente, Paul scompare e sembra sia passato con il gruppo dell'NSF. JC viene a scoprire poi che, in realtà, l'Unatco è un gruppo armato di un'organizzazione, la Majestic 12, che diffonde il virus per fini economici. 

Ritrovatisi, i due fratelli tuttavia sono braccati dall'Unatco. Attraverso diverse missioni, JC mira a colpire la Majestic 12. Arrivato nell'Area 51, sede dell'organizzazione, egli affronta finalmente il capo del gruppo, intento a trasformarsi anch'esso in un superuomo con l'obiettivo di eliminare i due fratelli ed i rivoltosi per dominare il mondo. A questo punto il giocatore, nello scontro finale, può scegliere diverse opzioni, che lo condurrà ad un finale differente in base alla scelta effettuata.

Il secondo capitolo

Passati 20 anni dai fatti del primo capitolo, Chicago viene distrutta da una bomba. Il protagonista è lo studente Alex D che si ritrova a dover compiere varie missioni sia per il Wto che per la sua avversaria, la setta dell'Ordine. Dopo una di queste, scopre che ambedue i gruppi fanno parte di una società segreta chiamata Gli Illuminati e che JC Denton è ancora vivo. Tuttavia, Alex D a questo punto dovrà scegliere chi servire e quali obiettivi perseguire.

Effettuata la scelta, si ritroverà a New York, col compito di recuperare un fondamentale programma informatico, da consegnare a una delle fazioni in lotta. Dopo aver svolto le ultime missioni, Alex D si ritroverà a scegliere a chi consegnare il programma e vi sarà un finale differente secondo l'opzione prescelta.

Deus Ex: Human Revolution

Il protagonista del gioco, le cui vicende si svolgono nel 2027, è Adam Jensen, che lavora presso un società di ricerca tecnologica, la cui sede subisce un attacco terroristico. Uscito ferito da questo, viene trasformato in un potenziato, con l'obiettivo di individuare i responsabili del fatto. Egli, dopo varie missioni e peripezie, tuttavia scopre l'esistenza di diversi soggetti e molte società coinvolti in molteplici piani, che mirano alla manipolazione della tecnologia per loro fini. A questo punto, Jensen dovrà effettuare una scelta, che porterò ad un finale diverso in base a ciò si sceglierà.

L'ultimo capitolo della saga, Deus Ex: Mankind Divided

Ancora una volta, il protagonista di questo episodio è Adam Jensen. A seguito degli eventi di quello precedente, l'umanità è divisa tra due fazioni: quella delle persone comuni e quella dei cosiddetti potenziati, cioè esseri umani con elementi artificiali, in un clima fatto di attentati degli uni contro gli altri, sull'orlo di una guerra. In questo ambiente il protagonista dovrà compiere delle missioni, con obiettivi differenti, sempre in bilico tuttavia tra varie scelte che prefigurano evoluzioni del gioco diverse. 

Quest'ultimo episodio della serie, tuttavia, non ha riscontrato lo stesso successo ottenuto dai precedenti, da qui l'idea di sospendere temporaneamente l'uscita di ulteriori capitoli da parte della società produttrice. A negare le voci che volevano addirittura terminata la celebre saga sono stati gli stessi vertici dell'azienda in questione, i quali hanno pubblicamente affermato di volerla continuare ma che al momento sono in cantiere le uscite di altri importanti videogiochi. Di conseguenza, gli appassionati di Deus Ex dovranno ancora attendere un pò di tempo prima di poter vedere un eventuale capitolo successivo.