Il mondo videoludico, ormai, ha preso il sopravvento su tutto e tutti. Indipendentemente dalla propria fascia di età siamo praticamente tutti coinvolti e avvolti dal mondo dei videogiochi che ormai ci permettono di ammazzare il tempo senza problema alcuno ovunque siamo. Infatti, anche se siamo in attesa dal dentista, possiamo tranquillamente ingannare il tempo con uno dei tanti giochi scaricabili dallo store sul nostro smartphone.

Quella appena accennata, però, è solo la goccia di un oceano che non conosce limite alcuno: che sia PlayStation, XboX o Personal Computer poco cambia. Ormai il gaming sta diventando una mania e c’è chi addirittura ne fa una professione con annessi tornei intercontinentali con premi che definire sfarzosi è un eufemismo.
Ma tra tutte le console che sono a nostra disposizione una lode particolare va fatta per i Pc ed in particolar modo per i notebook.
Il computer, di base, rispetto alle altre console citate precedentemente ci permette di fare quante più operazioni differenti: oltre che per giocare lo possiamo utilizzare per lavorare e molto altro.
Quale notebook da gaming allora dobbiamo acquistare? Quali caratteristiche deve avere lo stesso per poter rendere al massimo e permetterci un’esperienza di gioco di tutto rispetto?

Perchè il notebook e quali caratteristiche?

In genere il notebook viene preferito al classico desktop per la propria praticità. Infatti lo possiamo portare con noi, ovviamente non è affatto ingombrante e in più gli ultimi risvolti tecnologici ci permettono di avere molte più funzionalità ‘di base’ rispetto al classico. Oramai infatti di funzionalità extra ne abbiamo parecchie e tra le tante bisogna citare i trackpad che oramai sono altamente evoluti, vi sono microfoni integrati di altissima qualità e supporto per il dolby surround già in dotazione.
Fino a qualche decennio fa il problema principale dei notebook era quello che riguardava i sistemi di raffreddamento. Infatti i processori tendevano a surriscaldare in modo esagerato e spesso compromettevano in modo decisivo le componenti hardware del pc stesso. Adesso le tecnologie sono cambiate, mutate e ovviamente migliorate ipso facto quello che prima era un problema di rilievo adesso non lo è più.

Ma quando compriamo un nuovo notebook su quali caratteristiche dobbiamo focalizzare la nostra attenzione?

Processore – per antonomasia i processori della Intel hanno un qualcosina in più rispetto ai colleghi. Tra I3, I5 e I7 abbiamo la possibilità di sbizzarrirci cercando la CPU maggiormente idonea alle nostre esigenze. Ovviamente un occhio va dato anche alla ‘generazione’ dello stesso CPU: è palese che l’ottava generazione avrà un qualcosa in più che la seconda non ha;

RAM – è la memoria del computer che ci permettere di fare quante più operazioni possibile. Avere un processore di ultima generazione che però non è supportato da altrettanta RAM rende ‘inutile’ il lavoro del primo. Il consiglio è quello di dotare il nostro notebook di almeno 16GB di RAM DDR4;

Scheda Video - quando parliamo di notebook che nascono con il chiaro intento di migliorare le nostre esperienze di gioco parliamo anche e soprattutto di prestazioni video. Sul mercato ci sono centinaia di schede video ma il consiglio oggettivo che diamo è quella di acquistarne una con almeno 4GB di RAM dedicata.

Quale notebook acquistare

In mercato, come è normale che sia, troviamo decine per non dire centinaia di notebook che possono più o meno avvicinarsi alle nostre esigenze. Noi adesso andremo a descrivere due tra quelli che vengono ritenuti i migliori (in base al rapporto qualità-prezzo) che ci permettono di vivere esperienze di gaming non indifferenti:

Lenovo Legion Y520 

nasce per venire incontro a chi non ha un budget infinito e il suo prezzo si aggira intorno ai 1000€. Ha un peso specifico che supera di poco i 2 Kg, ha una tastiera retroilluminata e ha come processore un I5 di ottava generazione. La RAM è di 8 GB DDR4 e possiede una scheda video Nvidia GeForce GTX 1050 con 4 DB di RAM dedicati.

Asus Rog GL703GM  

possiede un processore I7-8750H che va alla velocità di 2,2 Ghz (4.10 in Burst) e vanta una scheda video Nvidia GeForce GTX 1060 con 6GB di RAM DDR5 dedicata. Ha un hard disk da 1T ma non ha lettore e/o masterizzatore DVD. 

Notebook ricondizionati o usati

Nella maggior parte dei casi ognuno possiede un budget limitato e spesso scegliere di acquistare un portatile ricondizionato può permettervi, sulla scia di un’offerta, di possedere un modello di fascia più alta che nuovo non potreste acquistare.
Ma quando ne vale la pena? E come evitare i rischi spesso derivanti dall’acquisto di un computer già usato?
Qualunque sia la ragione che vi spinge ad acquistarne uno usato, seguite questi accorgimenti che finiranno per farvi risparmiare o ottenere il notebook che tanto desiderate senza spiacevoli sorprese.

Per prima cosa sappiate che, nonostante vengano spesso accomunati, i notebook usati e i notebook ricondizionati non sono la stessa cosa: nel caso di quello usato spesso si tratta di un portatile utilizzato da qualcuno per un periodo più o meno lungo e che poi ha scelto di metterlo in vendita, quindi le verifiche effettuate prima di metterlo in vendita sono a completa discrezione del venditore privato che, per quanto ne sapete, potrebbe non aver fatto alcun tipo di test.
Questo vale lo stesso per la garanzia, assente nella maggior parte di acquisti da privato (a meno che il venditore non abbia conservato la garanzia della casa produttrice).
I notebook ricondizionati, invece, vengono venduti in negozio e su essi vengono effettuati dei test e degli interventi atti a renderlo pari ad un oggetto nuovo, inoltre in questo caso è sempre presente la garanzia.

Quando si parla di notebook ricondizionati, quindi, potreste trovarvi di fronte ad alcune di queste situazioni:
-notebook mai utilizzato ma con qualche imperfezione estetica, derivante magari dal trasporto. In questo caso il venditore testa il corretto funzionamento e si occupa di intervenire su questi difetti finendo per mettere in vendita un prodotto nuovo ma su confezione diversa dall’originale;
-Notebook restituito durante il periodo di recesso, come forse sapere in caso di acquisto online il cliente ha diritto ad un periodo di circa quattordici giorni di un prodotto, anche per semplice ripensamento.

Questi pc non possono essere messi in mercato come nuovi, ma equivalgono, come potete ben capire, ad un dispositivo inutilizzato.
-Notebook restituito durante il periodo di garanzia, in questo caso il difetto può richiedere del tempo per essere riparato e spesso al cliente viene rilasciato un coupon oppure un prodotto sostitutivo e quello danneggiato verrà riparato e messo. Anche in questo caso potrete trovare dei dispositivi più o meno nuovi, in alcuni casi il difetto potrebbe essersi manifestato già al momento dell’accensione e quindi risolvibile facilmente.
Tuttavia ciò che vi assicura che il prodotto sia funzionante è sicuramente l’affidabilità del sito in cui scegliete di acquistarlo dove li troverete suddivisi per uso e fasce di prezzo e sarete tutelati.



Notebook da Gaming

I più condivisi

Top 10 Videogiochi difficili: dai un'occhiata a questi titoli per PC/Console

Siamo masochisti? Ci piace forse soffrire? La vita già non è già tanto difficile anche senza che ci si mettano i videogiochi? E allora perché tutta questa passione per i giochi difficili?
Benvenuti al nostro nuovo listone Top 10 Giochi difficili, grazie al quale proveremo a dare una risposta a tutte questo domande.

Leggi tutto...

Ecco le migliore cuffie da gaming sul mercato (nel 2019)

Un’esperienza videoludica di tutto rispetto ha bisogno, ovviamente, di essere supportata da strumenti di rilievo. Oltre alla scelta della console principale (quindi vedi Personal Computer, PlayStation o Xbox) vanno scelti con somma attenzione il joystick e quando richiesto anche mouse e tastiera di primo ordine. In pochi, però, sanno che un’attenzione particolare nel mondo del gaming viene riservata anche alle cuffie che, a differenze di tante altre, permettono di udire suoni assolutamente realistici al fine di rendere ancora più speciale l’esperienza di gioco.

Leggi tutto...

Notebook da gaming nel 2019: quale acquistare?

Il mondo videoludico, ormai, ha preso il sopravvento su tutto e tutti. Indipendentemente dalla propria fascia di età siamo praticamente tutti coinvolti e avvolti dal mondo dei videogiochi che ormai ci permettono di ammazzare il tempo senza problema alcuno ovunque siamo. Infatti, anche se siamo in attesa dal dentista, possiamo tranquillamente ingannare il tempo con uno dei tanti giochi scaricabili dallo store sul nostro smartphone.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Notebook da gaming nel 2019: quale acquistare?

Il mondo videoludico, ormai, ha preso il sopravvento su tutto e tutti. Indipendentemente dalla propria fascia di età siamo praticamente tutti coinvolti e avvolti dal mondo dei videogiochi che ormai ci permettono di ammazzare il tempo senza problema alcuno ovunque siamo. Infatti, anche se siamo in attesa dal dentista, possiamo tranquillamente ingannare il tempo con uno dei tanti giochi scaricabili dallo store sul nostro smartphone.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Death Stranding: finalmente in uscita l'ultimo videogioco di Kojima!

trailer del videogioco death stranding di kojima

A volte anche i migliori matrimoni possono fallire e purtroppo è accaduto anche nel mondo dei videogiochi, con la separazione tra la celebre società giapponese Konami e l'altrettanto famoso autore e sceneggiatore di videogames Hideo Kojima. Quest'ultimo, tuttavia, non è rimasto con le mani in mano e la sua Kojima Productions si è subito impegnata con l'altro gigante giapponese Sony. Questa nuova collaborazione è destinata a produrre qualcosa di molto atteso da fan e critica in tutto il mondo... 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Libri sui videogiochi: top 10 dei titoli tratti da libri, film e fumetti

immagine del libro sul videogioco the witcherQuesto è un periodo in cui le arti tendono a contaminarsi sempre di più, anche grazie alla maturità che hanno raggiunto: i film vogliono somigliare sempre di più ai videogiochi, quest'ultimi fanno di tutto per essere considerati “seri” come i film e i fumetti, ovviamente, vorrebbero essere come i libri.

Leggi tutto...
Go to Top