Rappresenta uno dei più celebri ed entusiasmanti videogame degli ultimi anni, The last of us ha appassionato giovani e adulti, amanti del genere avventura horror destinati alla Playstation. Accolto in maniera eccellente alla sua uscita, ha riscontrato anche un notevole successo a livello di critica, ottenendo diversi premi, tra cui quelli destinati al miglior gioco originale e per console. Ad avere colpito sono i suoi personaggi e la particolarità delle loro storie.

Il videogioco, uscito per la prima volta nel 2013 è stato sviluppato da Naughty Dog, pubblicato dalla Sony e giocabile su PS3 e PS4.

Il concetto originale da cui gli ideatori del videogame trassero ispirazione fu sostanzialmente un documentario naturalistico del canale televisivo britannico BBC, che descriveva una formica infettata da un tipo di fungo i cui effetti erano micidiali sul suo cervello. Infatti, non solo questo veniva contaminato ed infettato appunto, ma da esso si producevano anche delle particolari escrescenze. Da qui l'idea del gioco in cui ad essere infettati non potessero essere soltanto degli insetti, ma anche gli esseri umani.

A fornire ispirazione ed arricchire ulteriormente la storia, tuttavia, come vedremo in seguito, furono anche altri elementi. Comunque, sebbene l'epidemia causata dal fungo sia, in effetti, un fattore cardine su cui ruota l'intera storia dei protagonisti, gli ideatori non hanno voluto realizzare il tradizionale videogame di zombies, ma basare la trama soprattutto sulle vicissitudini ed il rapporto tra i due soggetti principali del gioco. Un legame affettivo simile a quello che vi è tra un padre ed una figlia. E questo ,d'altronde, riprende anche un'altra serie di videogames, Uncharted, della stessa casa sviluppatrice, la Naughty Dog.

Questo videogame prende spunto, sotto vari aspetti, da diverse fonti cui la sua trama si ispira: dal fumetto americano The walking dead (portato poi sul piccolo schermo in una celebre serie televisiva), fino al libro "Io sono Leggenda", pubblicato a metà degli anni '50 e trasposto in varie opere cinematografiche. Impossibile dimenticare il film con Will Smith dal finale mozzafiato. Ebbene, non è da escludere che la trama del videogioco The last of us possa ispirare un nuovo film post-apocalittico. Andiamo dunque a conoscere meglio come si sviluppa la trama di The last of us sperando di ritrovarlo presto anche al cinema.

La vita dopo l'apocalisse

"The Last of Us" è ambientato intorno al 2033, in America settentrionale. I personaggi si ritrovano a vivere in un mondo post-apocalittico, in cui un fungo particolare ha infettato e trasformato gli esseri umani in creature terrificanti e malvagie, destinate alla morte. Nonostante l'intervento dell'esercito, che ha cercato di fronteggiare l' epidemia creando delle zone di quarantena (nonostante la contrarietà di un forte gruppo di dissidenti, chiamato "Le Luci"), la realtà in cui si ritrovano a vivere i pochi superstiti è fatta di anarchia e violenza.

Tra pericoli costanti, al di là delle creature mostruose, si svolge la difficile vita di Joel, un cinquantenne, contrabbandiere spietato e dai modi rudi. La sua compagna si chiama Tess  e l'ambientazione è la città di Boston, in una zona dichiarata sotto quarantena. La vita di questa coppia cambia repentinamente quando incontrano in maniera fortuita Marlene, guida del gruppo delle Luci. Quest'ultima presenta loro Ellie, una ragazzina assai particolare che sarà coprotagonista per intera trama del videogioco, espansioni comprese. Millie Bobby Brown, ad esempio, sarebbe perfetta per interpretare Ellie nel film The last of us! Ma basta sognare, andiamo avanti!

 La vita preziosa di Ellie

Locandina esemplificativa del Videogioco The Last of US

Dopo essere stato assoldato da Marlene per aiutarla ad uscire dalla zona di quarantena, Joel scopre la particolarità di questa ragazzina da proteggere: essa, pur essendo stata infettata dal fungo, non presenta mutazioni e di conseguenza potrebbe essere studiata ed analizzata per poter creare un antidoto efficace contro la malattia contagiosa. Ellie è una speranza per l'umanità intera e va protetta. Tra le persone ammalate d'altronde c'è anche Tess, la compagna di Joel, morsa da una persona infetta, colpita dal fungo e  quindi destinata a trasformarsi.

Ecco il trailer del primo capitolo del videogioco The last of us.

 

A complicare il compito ed il viaggio del contrabbandiere è l'intervento dell'esercito, che annienta la sede delle Luci che era anche l'obiettivo finale dove condurre la ragazza. A questo punto, i due dovranno girovagare per tutto il Nord America nella speranza di trovare eventuali superstiti del gruppo dissidente. In questo viaggio, inoltre, dovranno fare affidamento sulle loro capacità per difendersi sia dagli attacchi degli infetti, sia dalle iniziative dell'esercito stesso. Il tutto, a volte, col supporto di sopravvissuti non infetti.

Un'amicizia particolare ed avvincente

La trama di The last of us è ricca di avversità per i due protagonisti: superato un duro inverno, Joel ed Ellie riescono a raggiungere Salt Lake City, dove ritrovano alcuni esponenti delle Luci, tra cui il loro leader Marlene. Giunti a destinazione, tuttavia, la ragazza dovrà essere sottoposta ad un intervento chirurgico che potrebbe costarle la vita. Infatti, ciò che consente alla giovane di sopravvivere e non trasformarsi è la presenza del fungo pericoloso in forma mutata (e quindi innocua) all'interno del suo cervello.

Joel, che nel corso del tempo si è affezionato ad Ellie, non accetta passivamente tutto questo e si ribella anche alle Luci ed alla stessa Marlene, che finirà per uccidere. A questo punto, sia Joel e la ragazzina sono costretti a fuggire. Troveranno rifugio nella cittadina di Jackson, dove ad attenderli vi è il fratello dell'uomo, Tommy, assieme alla moglie Maria. Qui, i due fuggitivi ritroveranno finalmente un pò di pace e serenità. In questo videogioco, ad essere al centro della storia è l'affetto paterno che Joel scopre di avere nei confronti della piccola Ellie, unico elemento di conforto e di vita in una realtà circostante cruda e malvagia.

La particolare storia di questo videogame è stato uno degli elementi che ne hanno decretato il successo. Infatti, nel solo primo mese di lancio, le vendite sono arrivate a circa 3,4 milioni, fino a giungere nel Giugno del 2018 alla strabiliante quota complessiva di ben 17 milioni in tutto il mondo.

L'espansione Left Behind 

Last of us  presenta anche un'espansione (Left Behind) dove, oltre al gioco principale, sono presenti altri due episodi che ne arricchiscono la trama. Il primo è un prequel che riguarda Ellie e il modo in cui è stata infettata, nel secondo la protagonista è sempre Ellie che deve salvare Joel che è stato ferito.

 locandina esplicativa del gioco the last us behind

Il primo episodio dell'espansione vede quindi Ellie che si trova insieme alla sua amica Riley, prima che queste vengano separate, infatti Ellie si trova in un orfanotrofio dell'esercito, mentre Riley entrerà a far parte del gruppo delle Luci. Le due vengono quindi colpite da un gruppo d'infetti e dove aver pensato al suicidio, decidono di combattere e alla fine sarà solo Ellie a sopravvivere, mentre Riley morirà davanti a lei.

Il secondo episodio  parla del ferimento di Joel e dell'incontro che lui ed Ellie avranno con David, il capo della banda di cacciatori cannibali. In questa parte della trama di The last of us la protagonista è sempre Ellie, che dovrà cercare di trovare farmaci e bende all'interno di un centro commerciale abbandonato dove si trovano un gran numero d'infetti.

Trailer The last of us 2 2018

Il secondo capitolo della storia The last of us 2 è uscito nel 2018, presentato alla fiera Sony E3 ed in esclusiva per console Playstation 4.

Tuttavia, nonostante voci di presunti annunci importanti o lanci imminenti, questo secondo episodio ancora non ha una data ufficiale di uscita. Infatti, al momento, si parla del 2020, quindi un posticipo di alcuni mesi rispetto a quanto inizialmente previsto e cioè l'autunno-inverno 2019. Un ritardo giustificato dall'uscita concomitante in quest'ultimo periodo di un altro importante videogame per la casa giapponese Sony, che pubblica anche The Last of Us per PlayStation.

Comunque, questo sequel è ambientato circa cinque anni dopo i fatti del primo episodio e vi si ritrovano ancora gli stessi protagonisti principali, ma a cui se ne aggiungono di altri completamente nuovi. I giudizi della critica su questi trailer sono stati diversi e non univoci. Se, da un lato, sono stati accolti positivamente il miglioramento della grafica e l'intelligenza artificiale dei nemici dei protagonisti, dall'altro hanno riscosso pareri negativi l'eccessiva crudeltà mostrata ed il particolare livello di violenza.

Per avere ulteriori informazioni sul secondo capitolo in uscita clicca qui.  

Dove Acquistarlo?

Come ogni altro videogame potete trovarlo su Amazon, per aiutarvi vi lasciamo il link alla pagina sulla foto qui di fianco. Dovrete solamente fare click sull'immagine e aggiungere il prodotto al carrello, cosa aspettate a provarlo? Attendiamo la vostre opinioni!



I più condivisi

Top 10 Videogiochi difficili: dai un'occhiata a questi titoli per PC/Console

Siamo masochisti? Ci piace forse soffrire? La vita già non è già tanto difficile anche senza che ci si mettano i videogiochi? E allora perché tutta questa passione per i giochi difficili?
Benvenuti al nostro nuovo listone Top 10 Giochi difficili, grazie al quale proveremo a dare una risposta a tutte questo domande.

Leggi tutto...

Ecco le migliore cuffie da gaming sul mercato (nel 2019)

Un’esperienza videoludica di tutto rispetto ha bisogno, ovviamente, di essere supportata da strumenti di rilievo. Oltre alla scelta della console principale (quindi vedi Personal Computer, PlayStation o Xbox) vanno scelti con somma attenzione il joystick e quando richiesto anche mouse e tastiera di primo ordine. In pochi, però, sanno che un’attenzione particolare nel mondo del gaming viene riservata anche alle cuffie che, a differenze di tante altre, permettono di udire suoni assolutamente realistici al fine di rendere ancora più speciale l’esperienza di gioco.

Leggi tutto...

Notebook da gaming nel 2019: quale acquistare?

Il mondo videoludico, ormai, ha preso il sopravvento su tutto e tutti. Indipendentemente dalla propria fascia di età siamo praticamente tutti coinvolti e avvolti dal mondo dei videogiochi che ormai ci permettono di ammazzare il tempo senza problema alcuno ovunque siamo. Infatti, anche se siamo in attesa dal dentista, possiamo tranquillamente ingannare il tempo con uno dei tanti giochi scaricabili dallo store sul nostro smartphone.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Notebook da gaming nel 2019: quale acquistare?

Il mondo videoludico, ormai, ha preso il sopravvento su tutto e tutti. Indipendentemente dalla propria fascia di età siamo praticamente tutti coinvolti e avvolti dal mondo dei videogiochi che ormai ci permettono di ammazzare il tempo senza problema alcuno ovunque siamo. Infatti, anche se siamo in attesa dal dentista, possiamo tranquillamente ingannare il tempo con uno dei tanti giochi scaricabili dallo store sul nostro smartphone.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Death Stranding: finalmente in uscita l'ultimo videogioco di Kojima!

trailer del videogioco death stranding di kojima

A volte anche i migliori matrimoni possono fallire e purtroppo è accaduto anche nel mondo dei videogiochi, con la separazione tra la celebre società giapponese Konami e l'altrettanto famoso autore e sceneggiatore di videogames Hideo Kojima. Quest'ultimo, tuttavia, non è rimasto con le mani in mano e la sua Kojima Productions si è subito impegnata con l'altro gigante giapponese Sony. Questa nuova collaborazione è destinata a produrre qualcosa di molto atteso da fan e critica in tutto il mondo... 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Libri sui videogiochi: top 10 dei titoli tratti da libri, film e fumetti

immagine del libro sul videogioco the witcherQuesto è un periodo in cui le arti tendono a contaminarsi sempre di più, anche grazie alla maturità che hanno raggiunto: i film vogliono somigliare sempre di più ai videogiochi, quest'ultimi fanno di tutto per essere considerati “seri” come i film e i fumetti, ovviamente, vorrebbero essere come i libri.

Leggi tutto...
Go to Top