Il processo tecnologico è ormai colonna portante della nostra vita: non c’è giorno alcuno che passa senza una novità o una miglioria circa i nostri usi e le nostre consuetudini. 
Una delle novità principali degli ultimi anni è sicuramente lo sviluppo, probabilmente esagerato, del mondo del gaming: sempre più migliaia di giocatori si sfidano quotidianamente via ‘etere’, quindi tramite internet, dando vita a battaglie epiche che coinvolgono sempre più gli stessi. Addirittura vengono oramai organizzati tornei a livello mondiale con ricchissimi premi agli eventuali vincitori.

Ma a prescindere dal fatto che lo sviluppo videoludico abbia ormai assunto livelli sproporzionati c’è chi anche ne fa un passatempo, un hobby, di tutto rispetto. E come qualsiasi hobby da coltivare anche gli strumenti vanno migliorati: pc, monitor, tastiera, mouse ed eventualmente joystick vanno ‘cambiati’ al fine di rendere più veritiera e coinvolgente l’esperienza ludica.
Noi, oggi, vogliamo catalizzare l’attenzione sulle tastiere da gaming che sempre in più giochi divengono importantissime per non dire fondamentali e che allo stesso tempo mantengono, almeno per il momento, valutazioni economiche abbordabili per chiunque.

Come scegliere la migliore

I giocatori che amano divertirsi sistematicamente con i videogames di certo non si accontentano della classica tastiera che troviamo in un qualsiasi comuinissimo ufficio. Per questo motivo i criteri di selezione dell’eventuale tastiera diventano sempre più rigidi: ovviamente le esigenze sono personali, e non oggettive, e sul mercato troviamo tastiere di qualsiasi forma, di qualsiasi colore e per qualsiasi tipologia di necessità.

Piccola peculiarità che non deve però passare inosservata è quella inerente al budget a disposizione: esistono, giustamente, tastiere che vedono oscillare il proprio prezzo dai 20€ ai 200€ e per molti, spendere centinaia di euro per una ‘semplice’ tastiera, è un’esagerazione ipso facto quelle maggiormente vendute sul mercato hanno un prezzo che varia dai 50€ ai 100€.

Criterio fondamentale nella selezione di una tastiera è la ‘struttura’: se possibile scegliete una tastiera meccanica anche perchè quelle a membrana, ormai, non reggono più il confronto con le colleghe più tecnologiche.

Quando ci ritroviamo nella condizione di dover scegliere una tastiera, cosa dobbiamo fare? Innanzitutto il consiglio fondamentale che diamo, ove possibile, è quella di provare la tastiera. In molti casi non è possibile ma se ne avete la possibilità non esitate a farlo.
Quando scegliamo la nuova tastiera da gaming dobbiamo captare quanto facile sia l’utilizzo in base alle nostre esigenze e caratteristiche. Dobbiamo verificare come ci troviamo nella digitazione a dieci dita confrontandola con quella in nostro possesso per poter fare il paragone: fatto questo segue la comparazione del software e quindi come potere impostare profili specifici e via discorrendo.

Le tastiere sul mercato

Come detto precedentemente sul mercato troviamo diverse tastiera da gaming che si adeguano alla perfezone alle esigenze e alle possibilità economiche di qualsiasi soggetto. Nel nostro piccolo, adesso, andremo a vedere tre tastiera (una per ogni fascia economica quindi alta, media e bassa) che sul mercato hanno riscontrato maggiori consensi:

Corsair Strafe RGB Cherry MX Red – è la tastiera per antonomasia ritenuta la migliore dai principali gamer di tutto il mondo. Ovviamente la sua collocazione è necessariamente nella fascia ‘alta’ di prezzo in quanto il cartellino della stessa si aggira intorno ai 180€-200€. I punti forti della stessa sono:

  • Gli interruttori meccanici di altissima qualità;
  • Tasti estremamente reattivi e sensibili;
  • Numerosi profili di gioco;
  • Presenza di porte USB per l’eventuale collegamento di altre periferiche;
  • Possibilità dio personalizzare ogni singolo tasto. 

Logitech G610 Orion Brown – è la tastiera che si piazza nel perfetto intermezzo tra la tastiera descritta precedentemente e quella che seguirà. Ha un prezzo più accessibile (100€ circa) e come la prima è molto utilizzata dai gamer. I tratti peculiari sono:

  • La struttura assolutamente compatta;
  • I tasti meccanici sono altamente reattivi;
  • È possibile leggere i tasti della tastiera anche al buio;
  • È molto precisa anche in caso di combinazioni molto più complesse.

Trust GXT 280 – è tra le tastiere da gaming più economiche ma allo stesso tra le migliori. Il prezzo si agira intorno ai 35€ e i tratti fondamentali sono:

  • L’ovvio prezzo accessibile;
  • Comodità dei tasti multimediali che sono appositamente dedicati;
  • Prezzo accessibile.


I più condivisi

Ecco le migliore cuffie da gaming sul mercato (nel 2019)

Un’esperienza videoludica di tutto rispetto ha bisogno, ovviamente, di essere supportata da strumenti di rilievo. Oltre alla scelta della console principale (quindi vedi Personal Computer, PlayStation o Xbox) vanno scelti con somma attenzione il joystick e quando richiesto anche mouse e tastiera di primo ordine. In pochi, però, sanno che un’attenzione particolare nel mondo del gaming viene riservata anche alle cuffie che, a differenze di tante altre, permettono di udire suoni assolutamente realistici al fine di rendere ancora più speciale l’esperienza di gioco.

Leggi tutto...

Notebook da gaming nel 2019: quale acquistare?

Il mondo videoludico, ormai, ha preso il sopravvento su tutto e tutti. Indipendentemente dalla propria fascia di età siamo praticamente tutti coinvolti e avvolti dal mondo dei videogiochi che ormai ci permettono di ammazzare il tempo senza problema alcuno ovunque siamo. Infatti, anche se siamo in attesa dal dentista, possiamo tranquillamente ingannare il tempo con uno dei tanti giochi scaricabili dallo store sul nostro smartphone.

Leggi tutto...

Il gaming e i mouse: i wireless alla pari dei cablati?

Il mondo del gaming, in particolar modo quello online, sta letteralmente ribaltando l’idea di gioco videoludico che nel corso degli anni siamo stati capaci di concepire nelle nostre menti. Prima si guardava ai videogames come un passatempo o comunque un hobby da dover e poter coltivare nel tempo libero. Ad oggi, invece, esistono dei tornei professionistici a livello mondiale organizzati solo ed esclusivamente per coloro che del loro essere ‘gamer’ ne hanno fatto una professione: ultimo caso a testimonianza di quanto abbiamo detto sono gli ingaggi da parte di alcune società di calcio (vedi per esempio la Sampdoria in Italia) di giocatori videoludici professionisti.

Leggi tutto...

Tastiera wifi da gaming: ecco alcuni nostri consigli

Il processo tecnologico è ormai colonna portante della nostra vita: non c’è giorno alcuno che passa senza una novità o una miglioria circa i nostri usi e le nostre consuetudini.
Una delle novità principali degli ultimi anni è sicuramente lo sviluppo, probabilmente esagerato, del mondo del gaming: sempre più migliaia di giocatori si sfidano quotidianamente via ‘etere’, quindi tramite internet, dando vita a battaglie epiche che coinvolgono sempre più gli stessi. Addirittura vengono oramai organizzati tornei a livello mondiale con ricchissimi premi agli eventuali vincitori.

Leggi tutto...

PS4 PRO VS PS4 Slim: l’egemonia chiamata PlayStation

In una qualsiasi abitazione, in una qualsiasi casa ove risiede almeno un soggetto di età pari o inferiore ai 35/40 è, per forza di cose, presente almeno una console per l’intrattenimento videoludico. Negli ultimi anni lo scettro di regina in questo mondo spetta di diritto alla PlayStation che ormai dal lontano 2000 allieta le giornate di noi ‘eterni bambini’.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Max Payne la saga: quando la vendetta è più forte di droga e corruzione!

Max Payne: copertina videogioco

Videogioco del genere TPS, sparatutto in terza persona, Max Payne ha riscosso un buon successo nei suoi tre capitoli. Uscito per la prima volta nel 2001, ha ottenuto un'ottima accoglienza da parte di pubblico e critica e vari riconoscimenti. In seguito, sono stati realizzati i successivi capitoli, nel 2003 ed 2012, intervallati dall'uscita di un film basato sul protagonista di questo videogioco nel 2008.

Interpretato sullo schermo dall'attore Mark Wahlberg, il film di Payne, a differenza del gioco elettronico, ha visto delle recensioni negative da parte della critica. Andiamo a conoscere come si sviluppa la storia del poliziotto di New York e come si svolgono le sue vicende lungo tutta la trama del videogioco.

Leggi tutto...

Leggi anche...

La trama di Horizon: Zero Dawn per PS4

horizon dawn tramaTra le ambientazioni preferite dai creatori di giochi elettronici di ieri e di oggi, vi è sempre stato un mondo post-apocalittico dove i diversi personaggi dovevano cercare di sopravvivere, difendendosi da nemici di ogni genere. Questo è ciò che accade anche per un videogioco di recente uscita, come "Horizon: Zero Dawn", di genere Action Rpg (quindi classico gioco di ruolo d'azione), però con una struttura cosiddetta Open World, quindi con possibilità del giocatore di potersi muovere senza limitazioni all'interno del mondo virtuale del gioco.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Videogiochi indie per PS4, PC, XBOX ONE: i nostri 20 consigli!

Unravel: tra i migliori videogiochi indie

In questo elenco ci sono alcuni dei nostri giochi preferiti. Il mondo degli indie è così vasto e variegato che ci siamo trovati quasi costretti a raddoppiare le posizioni a disposizione: è per questo che l’abbiamo diviso in due parti. Ma che significa indie? Fondamentalmente, indie vuol dire che durante lo sviluppo dei videogiochi, lo studio non ha un publisher alle spalle o, più in generale, diciamo che non ci sono ingerenze esterne. In sostanza, un gioco indie è stato sviluppato da uno sviluppatore indipendente.

Leggi tutto...
Go to Top