Esistono delle pellicole cinematografiche che sono entrate nella storia, la cui celebrità continua per decenni e che hanno dato vita nel corso del tempo a fumetti, libri e videogiochi. Tutto ciò è capitato con Star Wars o Guerre Stellari, la cui splendida saga fantascientifica è iniziata alla fine degli anni '70 e poi continuata in seguito con altre pellicole dialtrettanto successo in tutto il mondo, registrando tra i più grandi incassi della storia del cinema.

La celebrità di questa saga ha portato alla creazione anche di videogiochi, connessi direttamente o indirettamente alla stessa, tra cui Star Wars: Knights of the Old Republic (conosciuto anche come KotOR), lanciato nel 2003 dall'allora LucasArts (società di videogiochi dello stesso regista della pellicola cinematografica, George Lucas). Si tratta di un videogioco di genere RPG, lanciato in esclusiva per console Xbox e PC Microsoft Windows, che ha rappresentato la prima realizzazione ufficiale con materiale connesso ai film. 

KotOR: inquadramento del gioco

All'interno del videogame, il giocatore ha la possibilità di scegliere se rappresentare il lato chiaro (buoni) o il lato oscuro (cattivi) e affrontare una serie di combattimenti a turni e con un tempo limitato. Comunque, la trama si dipana attraverso dialoghi tra i protagonisti, la soluzione di enigmi e appunto combattimenti, come nei più classici RPG. Il giocatore poi può utilizzare diverse tipologie di armi: dalle pistole fino alle granate e agli armamenti pesanti, passando naturalmente per le celebri spade laser.

Il successo di questo gioco è stato considerevole, avendo anche ottenuto numerosi riconoscimenti da parte della critica specializzata, tra cui quello come miglior videogame dell'anno e videogioco platino Xbox Microsoft. Andiamo a conoscere ciò che si cela dietro questo divertente e leggendario videogioco. Di seguito il trailer del primo Star Wars Knights of the old Republic datato 2003.

La storia del primo capitolo di Star Wars

L'ambientazione è circa 4.000 anni prima degli eventi raccontati nel primo episodio della saga (inizialmente denominato Guerre Stellari, poi trasformato in Star Wars episodio 4 – Una nuova speranza). La trama si avvia con l'attacco da parte dei Sith Fighter alla nave Endar Spire della Repubblica, nei pressi del pianeta Taris. Per sfuggire alla distruzione di questa, il giocatore, assieme a Carth Onasi, atterra proprio su tale pianeta e si mette alla ricerca della Jedi Bastila Shan.

Quest'ultima stava accompagnando i due sull'astronave ed è fondamentale per loro, in quanto conosce il potere fornito dalla forza della meditazione da battaglia. Una qualità che lei ha già utilizzato per affrontare Darth Revan, signore oscuro dei Sith, in uno scontro in cui questi rimase ucciso per mano di Darth Malak e che ne prese il posto. E adesso proprio quest'ultimo intende trovare la giovane Jedi, per ucciderla o utilizzare i suoi poteri contro la stessa Repubblica.

Dopo aver trovato la ragazza, il giocatore e Onasi lasciano il pianeta per recarsi su un altro, chiamato Dantooine. Qui, il protagonista conosce l'uso della forza e diventa egli stesso uno Jedi. In seguito, gli viene affidata la missione, assieme ai compagni, di rintracciare un'arma denominata Star Forge, che riesce a produrre navi spaziali in misura considerevole. Tuttavia, proprio durante tale missione, si scoprirà che lo stesso giocatore è in realtà il vecchio Darth Revan, Signore Oscuro, che aveva perso la memoria a causa dello scontro con l'allievo Malak.

Il finale del videogioco

A complicare il tutto è arrivata anche la cattura di Bastila, la quale viene convertita al lato oscuro della forza. A questo punto, il giocatore si dirige verso Rakata Prime ed in particolare verso il suo tempio sacro, dove lo aspetta la stessa Bastila. In questo luogo si prospetta tuttavia una scelta per il protagonista: restare sul lato chiaro della forza e quindi con i propri compagni per eliminare la Star Forge e la stessa minaccia portata avanti dai Sith oppure passare al lato oscuro, unendosi a Bastila e sostituire Darth Malak come Signore Oscuro.

Nel gioco, comunque, si predilige la prima soluzione. Infatti, qualunque sia la scelta del singolo giocatore, Revan lascia la galassia per indirizzarsi verso l'area di Regioni Ignote, al fine di trovare, combattere e distruggere l'impero dei veri Sith. Un finale dunque che lascia comunque aperta la porta a diverse soluzioni e a possibili nuovi scenari, da sviluppare con ulteriori videogiochi della serie di Guerre Stellari.



I più condivisi

Ecco le migliore cuffie da gaming sul mercato (nel 2019)

Un’esperienza videoludica di tutto rispetto ha bisogno, ovviamente, di essere supportata da strumenti di rilievo. Oltre alla scelta della console principale (quindi vedi Personal Computer, PlayStation o Xbox) vanno scelti con somma attenzione il joystick e quando richiesto anche mouse e tastiera di primo ordine. In pochi, però, sanno che un’attenzione particolare nel mondo del gaming viene riservata anche alle cuffie che, a differenze di tante altre, permettono di udire suoni assolutamente realistici al fine di rendere ancora più speciale l’esperienza di gioco.

Leggi tutto...

Notebook da gaming nel 2019: quale acquistare?

Il mondo videoludico, ormai, ha preso il sopravvento su tutto e tutti. Indipendentemente dalla propria fascia di età siamo praticamente tutti coinvolti e avvolti dal mondo dei videogiochi che ormai ci permettono di ammazzare il tempo senza problema alcuno ovunque siamo. Infatti, anche se siamo in attesa dal dentista, possiamo tranquillamente ingannare il tempo con uno dei tanti giochi scaricabili dallo store sul nostro smartphone.

Leggi tutto...

Il gaming e i mouse: i wireless alla pari dei cablati?

Il mondo del gaming, in particolar modo quello online, sta letteralmente ribaltando l’idea di gioco videoludico che nel corso degli anni siamo stati capaci di concepire nelle nostre menti. Prima si guardava ai videogames come un passatempo o comunque un hobby da dover e poter coltivare nel tempo libero. Ad oggi, invece, esistono dei tornei professionistici a livello mondiale organizzati solo ed esclusivamente per coloro che del loro essere ‘gamer’ ne hanno fatto una professione: ultimo caso a testimonianza di quanto abbiamo detto sono gli ingaggi da parte di alcune società di calcio (vedi per esempio la Sampdoria in Italia) di giocatori videoludici professionisti.

Leggi tutto...

Tastiera wifi da gaming: ecco alcuni nostri consigli

Il processo tecnologico è ormai colonna portante della nostra vita: non c’è giorno alcuno che passa senza una novità o una miglioria circa i nostri usi e le nostre consuetudini.
Una delle novità principali degli ultimi anni è sicuramente lo sviluppo, probabilmente esagerato, del mondo del gaming: sempre più migliaia di giocatori si sfidano quotidianamente via ‘etere’, quindi tramite internet, dando vita a battaglie epiche che coinvolgono sempre più gli stessi. Addirittura vengono oramai organizzati tornei a livello mondiale con ricchissimi premi agli eventuali vincitori.

Leggi tutto...

PS4 PRO VS PS4 Slim: l’egemonia chiamata PlayStation

In una qualsiasi abitazione, in una qualsiasi casa ove risiede almeno un soggetto di età pari o inferiore ai 35/40 è, per forza di cose, presente almeno una console per l’intrattenimento videoludico. Negli ultimi anni lo scettro di regina in questo mondo spetta di diritto alla PlayStation che ormai dal lontano 2000 allieta le giornate di noi ‘eterni bambini’.

Leggi tutto...

Leggi anche...

La Storia di Assassin's Creed (con Desmond Miles)

Assassin's Creed la storia del videogioco

Assassin's Creed rappresenta uno dei videogiochi di maggior successo della storia del settore azione-avventura fantasy, sviluppato da Ubisoft. La saga, infatti, è composta da ben 10 capitoli da cui, nel corso del tempo, sono stati tratti un film con l'attore Michael Fassbender, alcuni romanzi storici e dei fumetti. Il tutto è partito nel 2007, con l'uscita del primo capitolo per PS3, Xbox 360 e PC Windows. Dopo 12 anni eccoci a parlare di una vera e propria saga con protagonista Desmond Miles.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Death Stranding: finalmente in uscita l'ultimo videogioco di Kojima!

trailer del videogioco death stranding di kojima

A volte anche i migliori matrimoni possono fallire e purtroppo è accaduto anche nel mondo dei videogiochi, con la separazione tra la celebre società giapponese Konami e l'altrettanto famoso autore e sceneggiatore di videogames Hideo Kojima. Quest'ultimo, tuttavia, non è rimasto con le mani in mano e la sua Kojima Productions si è subito impegnata con l'altro gigante giapponese Sony. Questa nuova collaborazione è destinata a produrre qualcosa di molto atteso da fan e critica in tutto il mondo... 

Leggi tutto...

Leggi anche...

Top 10 videogiochi: i migliori sequel in uscita nel 2018

Dobbiamo essere sinceri, nonostante da più parti siano visti come la “morte della creatività”, a noi piace il concetto di sequel e non siamo contrari a priori; ci piace rituffarci nelle atmosfere e re-incontrare vecchi amici con cui abbiamo passato decine e decine di ore.

Leggi tutto...
Go to Top