Uno dei quei pochi videogiochi che hanno fatto epoca ed il cui successo continua imperterrito nel corso dei decenni. Infatti, Resident Evil ha reso celebre, nell'anno dell'uscita del suo primo episodio e quindi nel 1996, un genere di videogames chiamato Survival Horror (alcuni giochi elettronici precedenti potrebbero rientrare nell'ambito e quindi lo hanno anticipato) e da cui poi è stata tratta non solo un'intera saga, ma addirittura anche fumetti, libri e film, con la splendida attrice Milla Jovovich.

In effetti, Resident Evil prende spunto sia da videogiochi precedenti, come ad esempio Alone in the Dark del 1992 e Sweet Home del 1989, e sia da film del regista Romero, esaltandone tuttavia alcuni aspetti e amplificando il successo del genere e rendendolo appunto celebre. Dal 1996, di questo videogame sono state create decine di episodi, tra capitoli principali, spin-off ed altri. Il successo ottenuto naturalmente è stato considerevole e planetario, raggiungendo la quota di oltre 80 milioni di copie vendute.

Considerando il genere, le scene osservate e le azioni svolte, questo gioco elettronico ha ricevuto anche delle critiche, a causa dell'eccessiva violenza esplicita in esso presente, anche se rivolta non verso altri esseri umani, ma nei confronti di zombie o esseri mutanti. Di conseguenza, sul mercato occidentale alcune scene furono censurate ed alcune situazioni di gioco del tutto rimosse. Andiamo comunque a conoscere meglio ed in estrema sintesi la storia della saga di Resident Evil.

Il primo episodio della serie

Una squadra di agenti speciali, chiamata Alpha, è incaricata di indagare sulla scomparsa di alcuni loro colleghi inviati nei pressi di una villa, vicino Raccoon City, per fare luce su alcuni strani omicidi. Qui, la stessa squadra Alpha, composta da diversi membri, tra cui Jill Valentine e Chris Redfield, viene attaccata da cani zombie e scopre inoltre che la struttura è un laboratorio dove sono stati effettuati esperimenti, che portano alla creazione di essere mutanti e assetati di sangue. Impersonando Jill o Chris, si dovrà cercare i propri colleghi, ma anche sopravvivere ai pericoli.

Resident Evil 2, il gioco e le avventure continuano

Ambientato a Raccoon City ed alcuni mesi dopo gli eventi del primo capitolo, la compagnia Umbrella, responsabile degli esperimenti, continua ad effettuarli nei sotterranei della città. A causa di alcuni eventi, si ha un contagio all'interno di essa ed i cittadini si trasformano in zombie. Tra i pochi sopravvissuti, Leon Scott Kennedy, un poliziotto locale, e Claire, sorella di Chris, membro scomparso della squadra Alpha e da lei ricercato. Leon e Claire dovranno restare vivi e fuggire dalla città.

Il terzo capitolo della saga, Nemesis

La narrazione ha come protagonista ancora Jill Valentine, che cerca di fuggire da Raccoon City. Tuttavia, essa è braccata dal mostro Tyrant, il cosiddetto Nemesys. Il gioco si concluderà poi con il bombardamento attraverso armi nucleari della stessa città.

Resident Evil 4, la serie horror continua

Leon Scott Kennedy, divenuto agente governativo, è incaricato di rintracciare Ashley, la figlia del presidente Usa, rapita da un gruppo terroristico e portata in Spagna. I terroristi, alla cui guida vi è un certo Saddler, vogliono utilizzare un parassita (che trasforma gli esseri umani) per dominare il mondo. Leon, dopo una serie di scontri contro esseri immondi, riuscirà a liberare Ashley ed eliminare Saddler, divenuto nel frattempo un mostro.

Il quinto episodio della saga

Qui si ha il ritorno in azione di Chris Redfield, divenuto membro di un'organizzazione che intende distruggere tutte le armi biologiche. Inviato in Africa, il protagonista scopre un nuovo virus chiamato Uroboros. Assieme alla partner Sheva Alomar, egli riuscire a sconfiggere il nemico Albert Wesker ed ucciderlo.

La serie verso gli ultimi capitoli

In questo gioco, i protagonisti sono ancora Chris e Leon, a cui si unisce Jake Muller, figlio di Wesker, e sono affiancati da altri partner. A seguito di un attacco bioterroristico, effettuato da Neo-Umbrella, si è diffuso un nuovo tipo di virus, che ha colpito alcune città e aree nel mondo. I tre dovranno sventare altri attacchi della Neo-Umbrella ed eliminare il funesto e pericolo virus. A tale scopo aiutati proprio da Jake, immune da questi.

L'ultima uscita della saga, Biohazard

In questo episodio si raccontano le vicende di Ethan Winters, che riceverà una lettera dalla moglie ritenuta scomparsa anni prima. Egli scoprirà che la consorte è tenuta prigioniera in una fattoria, i cui proprietari sono la famiglia Baker, colpita da un misterioso virus. Il protagonista dovrà liberare la moglie, fronteggiando diversi pericoli, e cercare di scoprire cosa sia accaduto.

Nel corso di questi anni sono stati tantissimi gli episodi creati e lanciati di questa serie magistrale, che si differenziano tra capitoli principali, sequel, prequel e spin-off. Alcuni con protagonisti i personaggi principali della saga, mentre in altri vi sono ulteriori soggetti, già incrociati in precedenti episodi o creati appositamente per la storia. Resident evil 7 è nella top ten dei nostriScopri la nostra top 10 videogiochi horror.     



I più condivisi

Top 10 Videogiochi difficili: dai un'occhiata a questi titoli per PC/Console

Siamo masochisti? Ci piace forse soffrire? La vita già non è già tanto difficile anche senza che ci si mettano i videogiochi? E allora perché tutta questa passione per i giochi difficili?
Benvenuti al nostro nuovo listone Top 10 Giochi difficili, grazie al quale proveremo a dare una risposta a tutte questo domande.

Leggi tutto...

Ecco le migliore cuffie da gaming sul mercato (nel 2019)

Un’esperienza videoludica di tutto rispetto ha bisogno, ovviamente, di essere supportata da strumenti di rilievo. Oltre alla scelta della console principale (quindi vedi Personal Computer, PlayStation o Xbox) vanno scelti con somma attenzione il joystick e quando richiesto anche mouse e tastiera di primo ordine. In pochi, però, sanno che un’attenzione particolare nel mondo del gaming viene riservata anche alle cuffie che, a differenze di tante altre, permettono di udire suoni assolutamente realistici al fine di rendere ancora più speciale l’esperienza di gioco.

Leggi tutto...

Notebook da gaming nel 2019: quale acquistare?

Il mondo videoludico, ormai, ha preso il sopravvento su tutto e tutti. Indipendentemente dalla propria fascia di età siamo praticamente tutti coinvolti e avvolti dal mondo dei videogiochi che ormai ci permettono di ammazzare il tempo senza problema alcuno ovunque siamo. Infatti, anche se siamo in attesa dal dentista, possiamo tranquillamente ingannare il tempo con uno dei tanti giochi scaricabili dallo store sul nostro smartphone.

Leggi tutto...

Leggi anche...

La Storia di Assassin's Creed (con Desmond Miles)

Assassin's Creed la storia del videogioco

Assassin's Creed rappresenta uno dei videogiochi di maggior successo della storia del settore azione-avventura fantasy, sviluppato da Ubisoft. La saga, infatti, è composta da ben 10 capitoli da cui, nel corso del tempo, sono stati tratti un film con l'attore Michael Fassbender, alcuni romanzi storici e dei fumetti. Il tutto è partito nel 2007, con l'uscita del primo capitolo per PS3, Xbox 360 e PC Windows. Dopo 12 anni eccoci a parlare di una vera e propria saga con protagonista Desmond Miles.

Leggi tutto...

Leggi anche...

La storia della saga Deus Ex

Uscito con l'arrivo del nuovo millennio, il videogioco Deus Ex ha riscosso talmente successo a livello di critica e di pubblico, che nel tempo è divenuto una vera e propria saga, con l'uscita di altri episodi, per un totale complessivo di ben 4 al momento. Il suo creatore è Warren Spector, che ha dato il via ad una fusione di generi diversi, come ad esempio gli RPG (quindi videogiochi di ruolo) con i cosiddetti Sparatutto in prima persona. Unendo alcuni elementi di tali generi, è riuscito a creare giochi elettronici in stile Cyberpunk.

Leggi tutto...

Leggi anche...

Migliori giochi Multiplayer: la top 10 dei più competitivi per PS4, Xbox One e PC!

copertina gioco multiplayer Fornite

Questa sembra essere l’era di Battle Royale, ma molti dimenticano il passato (non perché i battle royale siano brutti giochi, è che ormai ci ritroviamo questa modalità ficcata a forza anche in giochi che non c’entrano niente: a Fifa Battle Royale appendo il joypad al chiodo!). Ben prima dei battle royale abbiamo sempre cercato un modo per sfogare i nostri istinti competitivi più bassi attraverso i videogiochi: già ai tempi di Doom e Quake era chiaro che sparare ad personaggio mosso da una “persona vera” fosse più divertente che freddarne uno guidato dall’intelligenza artificiale!

Leggi tutto...
Go to Top