Top 10

Questa sembra essere l’era di Battle Royale, ma molti dimenticano che, ben prima di questa che sta assumendo sempre più le forme di una piaga sociale (non perché i battle royale siano brutti giochi, anzi, è che ormai ci ritroviamo questa modalità ficcata a forza anche in giochi che non c’entrano niente: mi aspetto un prossimo Fifa Battle Royale e poi appendo il joypad al chiodo), ma dicevamo… ben prima dei battle royale abbiamo sempre cercato un modo per sfogare i nostri istinti competitivi più bassi attraverso i videogiochi: già ai tempi di Doom e Quake era chiaro che sparare ad personaggio mosso da una “persona vera” fosse più divertente che freddarne uno guidato dall’intelligenza artificiale.

Una volta abbiamo provato a giocare ad un horror con le cuffie dotate di isolamento acustico: stiamo ancora provando a scastrare il joypad dal soffitto, dove lo abbiamo lanciato dopo che il nostro coinquilino ha avuto la bella idea di toccarci sulla spalla per dirci che era pronta la cena. Dopo anni di psicoterapia, siamo finalmente pronti a esorcizzare i nostri demoni e parlare finalmente della Top 10 Horror senza rischiare nuovamente di fare un soggiorno forzato in quella camera là, con le pareti imbottite.

Bentornati, altro giro, altra top ten: stavolta è il turno dei first person shooter, che da ora in poi chiameremo FPS, altrimenti non finiamo più. Dal nostro modo di vedere, gli FPS sono strettamente collegati all’industria dei videogiochi in generale, perché le loro fortune sembrano essere strettamente legate; tocca praticamente sempre agli FPS, infatti, con la loro costante ricerca di fotorealismo, il ruolo di stress test per far mostrare i muscoli alle nuove componenti hardware. Siete così “maturi” (scusate ma non ci piace definirci “vecchi”) da ricordare il tormentone: “Ma ci gira Crysis?”?

Eccoci a fare l’ennesimo mea culpa: anche se cerchiamo di essere il più imparziali possibile, non possiamo negare di avere una particolare predilezione per i giochi di ruolo. Alla fine è da lì che veniamo, da quando abbiamo iniziato a sfogliare le prime pagine dei libri game, fino ad arrivare ai giochi di ruolo pen and paper più moderni, quindi è normale considerare questi videogiochi come la naturale evoluzione di ciò che abbiamo sempre fatto!

Dobbiamo essere sinceri, nonostante da più parti siano visti come la “morte della creatività”, a noi piace il concetto di sequel e non siamo contrari a priori; ci piace rituffarci nelle atmosfere e re-incontrare vecchi amici con cui abbiamo passato decine e decine di ore.

videogiochi in cooperativa Borderlands Ce ne siamo accorti mentre stilavamo gli altri listoni: ci trovavamo sempre a premiare quei giochi che riuscivano ad offrire una modalità cooperativa solida e convincente.

Giocare ci piace, ci piace tanto, ovviamente non saremmo qui a parlarne con voi. Ma sapete cos’altro ci piace? L’attesa! Sul serio, il tempo che va dal lancio del gioco all’uscita sugli scaffali è un tempo magico, dove tutto è ancora possibile e speriamo che ogni giorno venga comunicato qualcosa che ci dia elementi su cui speculare.

Unravel: tra i migliori videogiochi indie

In questo elenco ci sono alcuni dei nostri giochi preferiti. Il mondo degli indie è così vasto e variegato che ci siamo trovati quasi costretti a raddoppiare le posizioni a disposizione: è per questo che l’abbiamo diviso in due parti. Ma che significa indie? Fondamentalmente, indie vuol dire che durante lo sviluppo dei videogiochi, lo studio non ha un publisher alle spalle o, più in generale, diciamo che non ci sono ingerenze esterne. In sostanza, un gioco indie è stato sviluppato da uno sviluppatore indipendente.

immagine del libro sul videogioco the witcherQuesto è un periodo in cui le arti tendono a contaminarsi sempre di più, anche grazie alla maturità che hanno raggiunto: i film vogliono somigliare sempre di più ai videogiochi, quest'ultimi fanno di tutto per essere considerati “seri” come i film e i fumetti, ovviamente, vorrebbero essere come i libri.

I più condivisi

Top 10 videogiochi Multiplayer competitivi (per PS4, Xbox One e PC)

Questa sembra essere l’era di Battle Royale, ma molti dimenticano che, ben prima di questa che sta assumendo sempre più le forme di una piaga sociale (non perché i battle royale siano brutti giochi, anzi, è che ormai ci ritroviamo questa modalità ficcata a forza anche in giochi che non c’entrano niente: mi aspetto un prossimo Fifa Battle Royale e poi appendo il joypad al chiodo), ma dicevamo… ben prima dei battle royale abbiamo sempre cercato un modo per sfogare i nostri istinti competitivi più bassi attraverso i videogiochi: già ai tempi di Doom e Quake era chiaro che sparare ad personaggio mosso da una “persona vera” fosse più divertente che freddarne uno guidato dall’intelligenza artificiale.

Leggi tutto...

Top 10 videogiochi Horror (per PC, PS4, Xbox one)

Una volta abbiamo provato a giocare ad un horror con le cuffie dotate di isolamento acustico: stiamo ancora provando a scastrare il joypad dal soffitto, dove lo abbiamo lanciato dopo che il nostro coinquilino ha avuto la bella idea di toccarci sulla spalla per dirci che era pronta la cena. Dopo anni di psicoterapia, siamo finalmente pronti a esorcizzare i nostri demoni e parlare finalmente della Top 10 Horror senza rischiare nuovamente di fare un soggiorno forzato in quella camera là, con le pareti imbottite.

Leggi tutto...

Halo: storia dello sparatutto simbolo di casa Microsoft!

Storia di Halo, il videogioco

Un videogioco capace di conquistare una marea di appassionati in tutto il mondo, di vendere milioni di copie e di essere acclamato dalla critica come uno dei migliori mai realizzati. Stiamo parlando naturalmente di Halo: Combat Evolved, primo episodio dell'omonima saga di videogames. Questa è composta da ben 11 uscite complessive, tra principali e spin-off, che ne hanno fatto un gioco storico, diffuso ed amato da più generazioni di giocatori della consolle Xbox della Microsoft.

Leggi tutto...

Bioshock: storia di un'umanità da salvare...

Uscito nel lontano 2007, il gioco di Bioshock ha stupito molti appassionati di videogames per la sua trama originale ed avvincente ed i personaggi affascinanti e coinvolgenti. Questo successo si è poi confermato sia a livello commerciale con numerose copie vendute e sia a livello di critica, dove il primo capitolo della serie ha ottenuto in Gran Bretagna il prestigioso premio Bafta 2007 per la categoria videogiochi, mentre in Italia diversi ulteriori riconoscimenti, tra cui anche quello come miglior videogame dell'anno.

Leggi tutto...

Uncharted: saga di un action adventure di successo!

Uncharted: saga di un videogioco di successo

Il protagonista del gioco è Nathan Drake, esploratore, cacciatore di tesori e archeologo americano, impegnato nelle diverse avventure della saga. Una sorta di Indiana Jones dell'animazione o Lara Croft al maschile. Si tratta di un personaggio molto affascinante e ben caratterizzato, che ha portato il videogioco al successo, con vendite che hanno toccato i 41 milioni di copie in tutto il mondo e all'uscita di ben quattro capitoli complessivi, abbinati a tre spin-off. Scopriamo di più sulla saga Uncharted, giocabile su Playstation 3 e Playstation 4. 

Leggi tutto...